Collaborazione

Per collaborazione si intende un accordo tra due o più mediatori volto ad ampliare le possibilità di trovare acquirenti per chi vuole vendere casa, il tutto senza costi vendita casa aggiuntivi poiché, di norma, la ripartizione provvigionale verrà corrisposta ad ognuno dalla parte con cui si è interfacciato.

Si tratta di una prassi sempre presente all’estero, mentre in Italia stenta a prendere definitivamente forma. Probabilmente per una cultura differente in tal senso.

Sono doverose alcune considerazioni ed accortezze, fermo restando che si tratta di uno stile professionale di pochi virtuosi.

Come funziona

Colui che ha un incarico di mediazione per la vendita mette a conoscenza altre agenzie dell’opportunità ed autorizza le stesse a presentare i propri potenziali acquirenti.

In caso di conclusione non ci saranno aggravi di costi per le parti poiché ogni agente si riterrà soddisfatto del compenso corrisposto dal proprio cliente.

Ma perché un mediatore dovrebbe rinunciare ad una parte della provvigione?

Effettivamente molti mediatori si pongono questa domanda e rifiutano la collaborazione tra agenzie immobiliari come strumento per migliorare i propri servizi.

Chi accetta e fa della condivisione il proprio credo, ha molteplici vantaggi che iniziano con tempi di vendita ridotti e la possibilità poi di vedersi ricambiata l’opportunità in un sistema continuo di interscambio, oltre alla generazioni di un quantitativo di contatti esponenziale.

NB: Questo funziona quando l’immobile è stato adeguatamente collocato sul mercato.

I vantaggi

Moltissimi, tanti da avere una forza di vendita multipla dalla propria parte  che può garantire molte più possibilità di quelle offerte dal singolo.

Ogni agenzia ha, oltre ai normali siti per vendere casa, molti altri sistemi di vendita dei propri immobili. Tramite la collaborazione tra agenzie immobiliari chi deve vendere potrà godere dei contatti provenienti dai vari sistemi in modo integrato.

In pratica affidarsi ad un’agenzia immobiliare che collabora significa avere un solo referente ma la forza commerciale di più strutture senza dare mandato a più agenzie, con tutte le dinamiche che implicherebbe darlo a più interlocutori (ad es. questo evita incomprensioni commerciali e caos pubblicitario).

Chi collabora?

Ognuno sceglie se adottare il metodo o no.

Possiamo dire che figure dedicate come i listing agent hanno la collaborazione tra agenzie immobiliari nel DNA mentre solitamente i franchising se ne guardano bene.

In un’operazione immobiliare importante come cambiare casa, al giorno d’oggi, la scelta migliore è comunque quella di scegliere agenzie che collaborano.

I vantaggi tecnici della collaborazione tra agenzie immobiliari

In primo luogo sarà il referente del venditore e solo lui a produrre la valutazione dell’immobile e la pubblicità con ovvi vantaggi di coerenza commerciale.

Salvo che sia lui stesso ad autorizzare altre strutture a pubblicare annunci magari su piattaforme fuori dal suo uso comune, non tutti usando gli stessi siti e gli stessi metodi.

Lo stesso consulente del venditore sarà colui che raccoglierà tutti i documenti per vendere casa e che deciderà se e quando metterli a disposizione, in base alla concretezza delle attività.

Sarà inoltre lui a gestire la trattativa con il mediatore dei futuri compratori filtrando eventuali proposte poco idonee.

Tipologia

Esistono strutture che applicano la collaborazione tra agenzie immobiliari in modo massivo, ovvero propongono l’immobile ad un numero elevato di colleghi per moltiplicare esponenzialmente le probabilità di vendere velocemente.

Addirittura esistono, all’estero di default, piattaforme web che gli agenti utilizzano come portali interni per condividere ogni proprio incarico di vendita a tutti gli iscritti.

Conclusioni

Se state pensando di vendere i vostri immobili scegliete senza ombra di dubbio professionista serio, preparato, affidabile, con esperienza e che collabora.