Crowdfunding

Nasce in risposta ad un’esigenza ben precisa.

Nello specifico quella di trovare capitali per nuovi progetti o nuove operazioni. Infatti può essere un ostacolo difficile da superare, ma è indispensabile per mettere in pratica la vostra idea imprenditoriale. I prestiti bancari e le proposte agli investitori tradizionali sono sempre valide opzioni di raccolta fondi, ma il crowdfunding vi dà l’opportunità di richiedere il sostegno a terzi, di seguito approfondiremo le dinamiche.

Inoltre, può essere un modo per testare la domanda per la vostra idea prima che entri in produzione, permettendo agli altri di “acquistarla” con preordini, donazioni e investimenti così da avere un riscontro anticipato. 

Cos’è 

Il crowdfunding è una strategia che si basa sull’ottenere piccole quantità di denaro ma da un grande gruppo di persone (fisiche o giuridiche) per realizzare un progetto, un’idea o un’attività.

È una forma di finanziamento molto utilizzata da imprenditori singoli, start-up e tutti coloro che hanno idee particolarmente innovative o di nicchia, che troverebbero difficoltà nell’ottenere finanziamenti da istituti bancari semplici.

La differenza tra crowdfunding e finanziamento è che la raccolta fondi classica si basa sulla richiesta di una grande somma di denaro a un’unica fonte, mentre il crowdfunding è l’esatto opposto.

Come funziona 

Un’idea, quindi un progetto da realizzare ma senza fondi a disposizione. L’idea viene dunque inserita all’interno di una piattaforma per crowdsourcing.

Ricordarsi che nel nostro campo, l’idea, è quasi sempre un operazione immobiliare!

I “finanziatori”, come spesso vengono chiamati, possono ricevere una serie di incentivi in cambio del loro sostegno, ad esempio:

  • L’opportunità di diventare i primi ad adottare un prodotto innovativo;
  • La possibilità di preordinare un prodotto e avere voce in capitolo nel suo sviluppo;
  • Ricompense esclusive come uno sconto anticipato o un prodotto omaggio al momento del lancio;
  • Accesso personale al team fondatore o possibilità di supportare le persone che conoscono personalmente;
  • Quote societarie nella fase iniziale o avanzata di un’azienda con un alto potenziale (equity crowdfunding).

Se il progetto riesce a raggiungere la cifra stabilita sulla piattaforma, i soldi raccolti vengono sbloccati e possono essere utilizzati per il progetto. In caso contrario, vengono restituiti ai finanziatori.

Ogni sito ha le sue caratteristiche uniche, tariffe diverse e bacini di utenza diversi, ma il concetto base è lo stesso: si invia il progetto alla piattaforma con un obiettivo di raccolta fondi e una scadenza, quindi parte la campagna di supporto online.

Vantaggi e svantaggi

Il grande vantaggio del crowdfunding è che si tratta di una pratica alla portata di tutti. Non serve essere una multinazionale per poter avviare un finanziamento di crowdfunding e le barriere burocratiche sono ridotte al minimo indispensabile.

Questo è allo stesso tempo un vantaggio e uno svantaggio: perché se da un lato è vero che c’è spazio per tutti, dall’altro è altrettanto vero che la competizione è forte ed emergere non è sempre facile.

Ogni forma di crowdfunding ha le sue caratteristiche, vantaggi e forme di ricompensa uniche. I tipi di crowdfunding più diffusi in Italia sono:

  • Reward crowdfunding
  • Equity crowdfunding
  • Lending crowdfunding
  • Donation crowdfunding.

Vediamoli nel dettaglio.

Reward crowdfunding

Questa forma di crowdfunding è particolarmente utilizzata per supportare progetti artistici o culturali, come la pubblicazione di un album musicale o di un gioco da tavolo.

Nel reward crowdfunding, i sostenitori ricevono una ricompensa non monetaria, ad esempio l’accesso a contenuti esclusivi o vantaggi strettamente collegati al progetto che supportano.

La ricompensa più diffusa per questo tipo di crowdfunding è l’invio del prodotto che gli utenti stanno finanziando.

Equity crowdfunding

Questa tipologia di crowdfunding è utilizzata soprattutto da PMI e startup innovative. I sostenitori ricevono quote societarie o di partecipazione agli utili in cambio del loro investimento.

In altre parole, i sostenitori diventano poi soci dell’azienda che ha avviato il progetto di equity crowdfunding.

Lending crowdfunding

Questo tipo di crowdfunding è conosciuto come P2P lending, e consiste nel prestito di somme di denaro tra privati tramite una piattaforma intermediaria.

Donation crowdfunding

Come suggerisce la parola, con questa forma di crowdfunding i finanziatori sostengono la causa o il progetto senza ricevere nulla in cambio (beneficienza).