Quotazioni OMI

Le quotazioni OMI sono un fondamentale indicatore di cui si avvale l’Agenzia delle Entrate per diverse finalità, tra le quali la valutazione.

Cos’è

Osservatorio del Mercato Immobiliare, è una branchia dell’Agenzia delle Entrate addetta alla gestione della banca dati delle quotazioni immobiliari. Si occupa in particolare della rilevazione e dell’elaborazione dei dati relativi al valore di vendita e di affitto degli immobili e dei terreni, accertati tramite registrazione e trascrizione, distinti in base alle diverse destinazioni d’uso; utilizza il lavoro di questo “ufficio” per effettuare, nell’ambito della sua attività, valutazioni e accertamenti.

Cosa sono le quotazioni OMI

Le quotazioni sono delle stime relative al valore commerciale e alla rendita degli immobili. Vengono elaborate e pubblicate, di norma, due volte l’anno in riferimento al primo e al secondo semestre, ma potrebbero esserci dati interessanti anche sui report trimestrali. Le quotazioni sono riferite ad ogni comune, provincia, regione. Per ogni zona viene individuato un minimo e un massimo dei valori di mercato e di locazione, distinti per tipologia immobiliare e stato di conservazione e indicati in euro al metro quadro.

Come vengono utilizzate

Le quotazioni vengono utilizzate come valori di riferimento dall’Agenzia delle Entrate e possono svolgere la stessa funzione anche per i privati cittadini, anche se questo è spesso un dato tendenzioso. Nell’ambito degli accertamenti queste hanno valore di indizio mentre nell’utilizzo privato possono servire ad avere un’idea del valore di un immobile sia in riferimento alla vendita che alla locazione. Come chiarisce tuttavia anche l’Agenzia delle Entrate sul suo portale, “nell’ambito dei processi estimativi, le quotazioni dell’osservatorio NON possono sostituire la stima puntuale, in quanto forniscono solo indicazioni di valore di massima. Solo la stima effettuata da un tecnico professionista (o un consulente esperto) può rappresentare e descrivere in maniera esaustiva e con piena efficacia l’immobile e motivare il valore da attribuirgli”. La consultazione delle quotazioni è libera e gratuita e può essere effettuata in base a semestre, provincia, comune, zona OMI e destinazione d’uso.

Conclusioni

Abbiamo capito che le quotazioni servono più all’Agenzia stessa che al privato, che si dovrebbe comunque affidare ad un professionista in quanto quei valori, pur dando un indicazione, saranno difformi rispetta al reale valore di mercato.